Finanziamenti a Fondo Perduto per la Microimpresa

Finanziamenti a Fondo Perduto per la Microimpresa

Condividi:

FONTE: Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa

FINALITA’ Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un’attività

imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Sono

pertanto ESCLUSE le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative,

le società di fatto e le società aventi un unico socio.

Per presentare la domanda, almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno

la metà delle quote, deve essere:

  • maggiorenne alla data di presentazione della domanda
  • non occupato alla data di presentazione della domanda
  • residente nel territorio nazionale alla data del 1 gennaio 2000 oppure da
  • almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia.

I soci che rispondono a questi requisiti devono detenere almeno la metà delle quote di

partecipazione. Anche la sede legale e operativa della società deve essere ubicata nel

territorio nazionale.

ATTIVITÀ FINANZIABILI

Le iniziative possono riguardare la produzione di beni e la fornitura di servizi (il

commercio è escluso). Non sono agevolabili le attività che si riferiscono a settori

esclusi dal CIPE o da disposizioni comunitarie.

In particolare sono escluse:

  • Produzione primaria di prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato CE
  • Pesca e acquacoltura

Sono inoltre esclusi gli aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi.

L’investimento complessivo non può superare i 129.114 Euro Iva esclusa.

L’attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno cinque anni a

Leggi Anche  Buste Paga Online

decorrere dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.

LE AGEVOLAZIONI PER LE MICROIMPRESE

Le agevolazioni previste sono di due tipi:

  • agevolazioni finanziarie, per gli investimenti e per il 1° anno di gestione
  • servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa

Le agevolazioni finanziarie concedibili sono:

  1. per gli investimenti, un contributo a fondo perduto (50%) e un finanziamento a tasso
    agevolato che, complessivamente, possono arrivare a coprire il 100% degli
  2. investimenti ammissibili
  3. per la gestione, un contributo a fondo perduto sulle spese relative al 1° anno di
    attività

Le spese di investimento e di gestione considerate “ammissibili” ai fini del calcolo

dell’ammontare delle agevolazioni sono:

per l’investimento
o attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;

o beni immateriali a utilità pluriennale;

o ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore

degli investimenti.

per la gestione
o materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi

inerenti al processo produttivo;

o utenze e canoni di locazione per immobili;

o oneri finanziari(con l’esclusione degli interessi del mutuo agevolato);

o prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati;

o prestazione di servizi.

NOTA BENE Nota bene:

Si considerano occupati ai sensi dell’art.17 del D.Lgs. 185/00 e quindi non possono avvalersi di questa agevolazione:

  • i titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato,
    anche a tempo parziale)
  • i titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito
  • i soggetti che esercitano una libera professione
  • i titolari di partita IVA, anche se non movimentata
  • gli imprenditori, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiutori di imprenditori
  • gli artigiani

Le società devono essere già costituite al momento della presentazione della domanda.